Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Programma 2016 di Teatro dell'Argine

Attività inserita nell’art. 45 e suddivisa per obiettivi (A, B, C)

Obiettivo A

Prosegue la collaborazione con la Compagnia della Quarta in residenza presso l’ITC Studio per terminare il lavoro iniziato nel 2015. Cambia il titolo del progetto, non il contenuto: Distonico (titolo residenza 2015) lascia il posto a Diacronico (nuovo titolo residenza 2016). Attraverso il linguaggio emotivo del corpo, Diacronico usa la danza, il teatro fisico e il gesto per creare un livello di comprensione comune ed universale. Al centro della sua ricerca il progetto pone la dignità umana e l’importanza di essere liberi, mettendo in scena tematiche forti, estratte dal quotidiano, permettendo all’individuo di confrontarsi con se stesso e i propri limiti.
Durata della residenza 20 giorni (gennaio/settembre/ottobre/novembre 2016).
Guarda il video promo di Diacronico.

Circo Paniko, una delle prime compagnie di circo contemporaneo in Italia composta da 20 artisti provenienti da più parti del mondo, ha iniziato la sua nuova produzione dal titolo Gran Paniko al Bazar grazie al progetto di Residenza Artistica. La compagnia ha svolto la propria residenza a San Lazzaro di Savena (BO), presso il Parco antistante il centro giovanile di Idice. La prima prova aperta al pubblico si è svolta domenica 10 aprile 2016, lo spettacolo ha poi debuttato il 30 aprile 2016 a Vittorio Veneto.
Durata della residenza 20 giorni (aprile 2016)
Guarda il video promo di Gran Paniko al Bazar
Prova aperta il 10 aprile al Parco di Idice (San Lazzaro di Savena) Bologna

Archivio Zeta, nota compagnia teatrale fondata e diretta da Gianluca Guidotti e Enrica Sangiovanni, ha svolto un periodo di residenza presso l’ITC Studio tra maggio e giugno 2016. Lo studio in residenza si intitola Sound and Fury ed è uno speciale preludio al progetto artistico 2016-18 che Archivio Zeta dedica a William Shakespeare e che debutterà con Macbeth al Cimitero Militare Germanico del Passo della Futa il 6 agosto 2016. Dalla residenza Sound and Fury è nata, nell’ambito di bè bolognaestate, anche l’omonima installazione performativa itinerante con la partecipazione di un gruppo di cittadini, presso il cortile del Conservatorio e il Museo Internazionale e Biblioteca della Musica. Si tratta di un’azione teatrale che si ispira alle tecniche di smontaggio e rimontaggio frammentario della realtà messe in atto dalla scrittura di William Faulkner a partire da L'urlo e il furore, opera sperimentale che, a sua volta, nasce come diramazione da un verso del Macbeth: un materiale in divenire in cui le voci aprono nuovi spazi sonori e nuove scenografie interiori fino all’ultima sillaba del tempo registrato.
Durata della residenza 20 giorni (maggio-giugno).

Obiettivo B

Programmazione di spettacoli realizzati da artisti emergenti
Durante la stagione 2015-16 il Teatro dell’Argine ha ospitato spettacoli frutto di residenze artistiche in altre regioni, come La Famiglia Campione de Gli Omini, in residenza presso Associazione Teatrale Pistoiese (sabato 13 febbraio); spettacoli realizzati da artisti emergenti come Stasera sono in vena de La Corte Ospitale, Premio Cassino Off 2015 (sabato 5 marzo); Gianni - Ispirato alla voce di Gianni Pampanini de La società dello spettacolo e Premio Scenario per Ustica 2015 (sabato 2 aprile).

Programmazione di spettacoli realizzati da artisti under 35
Inoltre, spettacoli realizzati da artisti under 35 come Gli  Acrobati di Cantieri Meticci (da martedì 12 a domenica 17 gennaio), Promemoria, monologo per una persona sola di HeArt Ass. Culturale (venerdì 19 febbraio), La stanza dei giochi di Scena Madre - progetto Interscenario 5 (domenica 20 marzo).

Obiettivo C

Nel 2016 il Teatro dell’Argine ha realizzato il progetto Critici per un giorno, rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo grado. Una palestra di educazione allo sguardo dove i bambini e le bambine di diverse scuole del territorio, guidati da operatori del Teatro dell’Argine, si preparavano in classe allo spettacolo che successivamente si recavano a vedere a teatro. Infine, preparavano una restituzione in classe, come se fosse una piccola recensione, dove analizzavano, in base ad una scheda di valutazione, gli spettacoli visti. Abbasso il teatro è, invece, un progetto rivolto alle scuole secondarie di secondo grado, in cui le classi seguono percorsi laboratoriali da uno a cinque incontri legati al racconto della storia del teatro e alla drammaturgia contemporanea. Solidali Jr in collaborazione con Tra un atto e l’altro prevede tre laboratori di teatro gratuiti di 15 incontri ciascuno negli Istituti Superiori di Bologna (Rosa Luxemburg e Aldrovandi) e di San Lazzaro di Savena (Majorana).

La Compagnia ha poi attivato, anche per il 2016, percorsi dedicati agli spettatori, nell’ottica di coinvolgere e avvicinare quante più persone possibile al teatro, attraverso progetti come Aperitivo con il critico, in cui il giornalista e critico Massimo Marino incontra gli spettatori nell’ora precedente l’inizio degli spettacoli in cartellone all’ITC Teatro di San Lazzaro e, sorseggiando un bicchiere di vino, introduce il lavoro delle compagnie e lo spettacolo che da lì a poco va a iniziare.
Si riconfermano gli Incontri con la compagnia a cura di Nicola Bonazzi che conduce, dopo ogni spettacolo della stagione di prosa dell’ITC Teatro, un momento di confronto con tutte le compagnie ospiti. Un incontro di circa mezz’ora che vede protagonisti gli artisti che si raccontano e gli spettatori che hanno la possibilità di fare domande, approfondire dubbi e curiosità rispetto a quello che hanno appena visto. Altra pratica di audience develompment è l’ArgineBox, una scatola ricca di attività a scelta che rendono lo spettatore o il semplice cittadino "teatrante per un giorno". Tra le tante proposte che si possono trovare nell’ArgineBox la possibilità di passare una giornata in compagnia del direttore, dei tecnici, degli organizzatori del teatro per fare domande e scoprire il lavoro dietro le quinte, ma anche stage di teatro gratuiti, riduzioni sugli spettacoli e tanto altro.

Il Teatro dell’Argine, anche per il 2016 ha messo in campo laboratori teatrali con l’intento di raggiungere chi solitamente non frequenta il teatro o perché non ne è ancora a conoscenza o perché, per diversi motivi, non ha mai avuto la possibilità di avvicinarsi ad esso.
Tra questi il progetto Esodi, che prevede un laboratorio teatrale gratuito in tre lingue rivolto a giovani tra i 15 e i 35 anni, provenienti da diverse parti del mondo. Il gruppo, composto da 50 ragazzi e ragazze ha seguito un percorso teatrale di 6 mesi conclusosi con lo spettacolo finale Il paese dei Pinocchi nell’ambito di Estate 2016 San Lazzaro. Attore per un mese, un laboratorio teatrale gratuito di 4 incontri per assaggiare per la prima volta e “senza impegno” l’arte teatrale.
Raccontami di te è un laboratorio di teatro gratuito per la terza età in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune di San Lazzaro e l’AUSER, che vede impegnati una ventina di anziani in stato di fragilità. Prosegue, infine, il lavoro di formazione di piccole compagnie amatoriali nell’ambito dei laboratori dell’ITC Studio. Gruppi di allievi che, pur perpetuando una modalità ancora non professionistica di approcciare il teatro, hanno deciso di compiere degli affondi più seri, e anche più ampi in termini di tempo dedicato, alla materia studiata.

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/02/2017 — ultima modifica 28/02/2017

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali