Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Toscana

  • Compagnia teatrale che produce spettacoli per adulti e per ragazzi e mantiene una vocazione al lavoro sociale e culturale, sviluppata soprattutto attraverso progetti di residenza artistica e azione sociale in vari territori della Maremma e dell’Amiata; realizza eventi e rassegne tra cui il festival-laboratorio estivo Toscana delle Culture – Laboratorio Internazionale di Teatro, Musica e Arti Visive, giunto nel 2015 alla sua 23a edizione. Per le proprie creazioni si circonda di volta in volta di staff di grande qualità artistica: attori, drammaturghi, musicisti, scenotecnici e light-designer. Molto attiva nelle relazioni internazionali, fonda nel 2011 il Centro italiano dell’ITI-International Theatre Institute/UNESCO e guida il working group europeo PAiR – Performing Arts in Residence, rete di riflessione e lavoro sulle residenze artistiche.

    Progetto costituito da modelli educativi e formativi innovativi, che si sviluppano attraverso moduli didattici brevi, flessibili ed efficaci su un tema dato, che comprendono incontri, visioni, laboratori e soprattutto - suo carattere distintivo - la partecipazione diretta al processo creativo e alla rappresentazione. Per la loro realizzazione si ricerca sempre la relazione con i soggetti istituzionali, educativi e con gli operatori culturali e artistici del territorio.

    Le finalità sono quelle di costituire gruppi di interesse attivi e instaurare relazioni volte ad approfondire temi che riguardano la vita, attraverso le tecniche e la cultura teatrale, innescando nuovi interessi e conoscenze e capacità di lettura critica del reale.
    Il progetto si divide in due direzioni di lavoro:
    1) Archeologie del presente, dedicato sia agli adulti che agli adolescenti: rivisitazioni dei miti classici attraverso l’opera di grandi autori contemporanei, con il coinvolgimento e la partecipazione della comunità locale;
    2) Contro la vita violenta, dedicato agli adolescenti: sulla violenza di genere e il bullismo, attraverso collaborazioni con le Istituzioni e con gli Istituti scolastici ed educativi.

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Accademia Amiata Mutamenti
    Piazza Colonna 1 - 58033, Castel del Piano (GR)
    Telefono: 348 4036571
    Email: info@accademiamutamenti.it
    Website: www.accademiamutamenti.it

    42.893438 11.538915
  • Archètipo dal 1997 si occupa di produzione e distribuzione di spettacoli dal vivo a livello nazionale; dal 2003 ottiene la direzione artistica del Teatro Comunale di Antella (Bagno a Ripoli, Fi), dal 2013 la qualifica di Teatro di Residenza della Regione Toscana, creando un centro di proposta culturale interdisciplinare fra prosa, danza, video, musica e produzione teatrale oltre a laboratori e spettacoli per le scuole; in passato ha lavorato con non vedenti, detenuti minorenni, con disabili psichici e motori. Il direttore artistico è Riccardo Massai dal 2008 al 2014 regista assistente del M° Luca Ronconi presso il Piccolo Teatro di Milano.

    Obiettivo A

    Progetto Interregionale fra Residenze (Lombardia, Toscana, Piemonte) per sostenere il lavoro della compagnia Riserva Canini. Intento specifico di Archètipo: sviluppare e portare a compimento un progetto, continuato per la triennalità di residenza con la compagnia Riserva Canini. Archètipo che nel 2013 e 2014 ha offerto due residenze per la realizzazione di spettacoli di Riserva Canini, ha inteso continuare a sostenere la compagnia residente per la realizzazione di Little Bang, progetto formativo volto ai ragazzi ed agli adulti realizzato insieme a Campsirago (Lecco) e il Teatro del Lavoro di Pinerolo (TO), con un accordo di collaborazione per la realizzazione del progetto. Infine è programmato un incontro fra le quattro strutture per sviluppi di una programmazione futura.

    Obiettivo C

    I capolavori: progetto di formazione del pubblico
    L' offerta di un percorso di 8 incontri con la lettura di altrettanti racconti di autori del '900 italiano affiancati dal lavoro di due laboratori di formazione del pubblico. Gli autori, interpretati dall'artista Maria Paiato, sono stati: E. Flaiano, T. Landolfi, D. Buzzati, P. Levi, A. M. Ortese, A. Campanile, D. Prato, A. Savinio. L'intento è stato di avvicinare e formare nuovo pubblico giovanile e non, attraverso gli incontri paralleli alle letture, seguiti da un formatore esperto nella didattica dell’ascolto e della visione di Agita e da personale di La matita per scrivere il cielo. L'iniziativa ha avuto il patrocinio de La Sezione Nazionale Scrittori - coordinamento Toscana.

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Archètipo Associazione Culturale
    c/o Teatro Comunale di Antella
    Via Montisoni, 10 - 50012, Bagno a Ripoli (Fi)
    Telefono: 055 621 892
    Email: teatro@archetipoac.it
    Website: www.archetipoac.it

    43.726261 11.323692
    • Teatro di prosa
    • Multidisciplinare
  • Armunia è nata nel giugno 1996, negli anni si è imposta a livello nazionale come modello per le residenze artistiche e per il prestigio conquistato dalle sue manifestazioni: in particolare il Festival Inequilibrio che si è aggiudicato nel 2009 il Premio Hystrio-Associazione Nazionale Critici Italiani e il Premio Speciale Ubu “per la coerenza tenace e assolutamente originale della sua ricerca pratica”. Il prestigioso premio si è rinnovato nel 2012 e nel 2015 per le coproduzioni teatrali. Oltre alle residenze, Armunia realizza progetti speciali d’integrazione con le realtà artistiche locali.

    Obiettivo C

    Abbiamo proseguito e consolidato il lavoro di sostegno agli artisti e accompagnamento al loro lavoro, contestualmente al radicamento territoriale del progetto. La vocazione di Castiglioncello verso la Politica delle Residenze significa restituire al territorio la presenza degli artisti per i tempi di permanenza medio/lunghi, in cui abitano Castello Pasquini. Significa altresì insistere verso una idea di teatro come luogo senza tempo dove fare della ricerca l’ambito in cui affrontare il disagio, le paure e la complessità della società contemporanea, dando risonanza al processo creativo e non all’urgenza produttiva. Sono stati realizzati seminari, incontri, laboratori indirizzati ai cittadini delle nostre comunità (genitori, donne over 60, pensionati e studenti), oltre a prove aperte al pubblico e letture. Una mostra dei lavori dei bambini, frutto dei laboratori tenuti da artisti in residenza e un convegno sul progetto di residenze nelle scuole elementari di Rosignano.

    Le attività 2015/2016

     

    icona photogalleryVai alla photogallery

     

    Contatti

    Armunia
    Piazza della Vittoria - 57016, Castiglioncello (LI)
    Tel. 0586754202
    Email: armunia@armunia.eu
    Website: www.armunia.eu

    43.4051976 10.4103576
    • Teatro di prosa
  • CapoTrave/Kilowatt

    Compagnia di produzione, formazione e organizzazione teatrale e coreografica, fondata da Lucia Franchi e Luca Ricci nel 2003. Da subito, la compagnia è stata riconosciuta tra le realtà di produzione sostenute dalla Regione Toscana e dal 2013 gestisce una Residenza Artistica presso il Teatro alla Misericordia di Sansepolcro (AR), promuovendo i linguaggi della scena contemporanea negli ambiti del teatro, della danza e della musica. Dal 2003 CapoTrave/Kilowatt ha ideato e dirige il Kilowatt Festival (premio UBU 2010), progetto multidisciplinare che nel 2016 giungerà alla sua quattordicesima edizione, all’interno del quale vengono presentate sia numerose co-produzioni sostenute da CapoTrave/Kilowatt, sia molti spettacoli in ospitalità, nonché gli spettacoli della “Selezione Visionari", un’ormai decennale azione sul coinvolgimento attivo dello spettatore. Da dicembre 2014 fino a novembre 2018, insieme al Comune di Sansepolcro, CapoTrave/Kilowatt è capofila di un progetto europeo di cooperazione su larga scala denominato “Be SpectACTive!”: il progetto coinvolge altri 11 partner di 9 differenti Paesi, sul tema dell’active spectatorship.

    Laboratori Permanenti

    Nasce nel giugno 2003. Viene fondata da tre professionisti: l’attrice-regista Caterina Casini, la casting director Stefania Incagnoli, il giornalista Michele Casini. L’associazione svolge attività didattica, di studio e di sperimentazione della creatività artistica, residenze artistiche e ospitalità, produzione e promozione di spettacoli, incontri con il pubblico, convegni e momenti di confronto culturale. Da ottobre 2009 il Comune di Sansepolcro (AR) ha affidato all'associazione la direzione della Scuola di Teatro Comunale con direzione artistica a Caterina Casini.
    Da giugno 2013 è in residenza multipla presso il Teatro Alla Misericordia di Sansepolcro con il sostegno della Regione Toscana e del Comune di Sansepolcro.

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Teatro alla Misericordia
    Via della Misericordia, 19 - 52037, Sansepolcro (AR)
    Telefono: 0575 733063
    Email: info@kilowattfestival.it - organizzazione@kilowattfestival.itlaboratoripermanenti@gmail.com
    Website: www.kilowattfestival.it - www.laboratoripermanenti.it

    43.570863 12.143902
    • Multidisciplinare
    • Teatro di prosa
    • Danza
    • Attività musicali
  • L'Associazione Culturale Teatro Corsaro – Compagnia Giardino Chiuso, opera nel campo delle arti performative dal 1995, attraverso la produzione e ospitalità di spettacoli e l'attività di formazione. Dal 2002 si occupa della programmazione e promozione della stagione di teatro e danza “Leggieri d'Inverno”, presso il Teatro dei Leggieri di San Gimignano (SI), e dal 2013 del Festival “Orizzonti Verticali – Arti sceniche in cantiere”, che si svolge nel mese di luglio sempre nella città di San Gimignano, entrambe le manifestazioni sotto la direzione artistica di Tuccio Guicciardini.

    Obiettivo A

    La Compagnia Giardino Chiuso sostiene il progetto "Esperimento deserto" degli artisti Alessio Martinoli e Laura Bandelloni, attraverso la programmazione di periodi di residenza creativa presso la propria sede, fornendo un sostegno economico, ospitalità, spazi prove, assistenza tenico-organizzativa, strumenti promozionali e la consulenza artistica fornita dalla direzione artistica della Compagnia Giardino Chiuso (Tuccio Guicciardini e Patrizia de Bari). Esperimento deserto è un viaggio alla ricerca di una parola perduta, smarrita, dimenticata, una parola sfuggita magari ad un impiegato distratto che ha trascritto l'ultimo vocabolario in cui è apparsa. Dimenticata dall'ultima voce che l'ha pronunciata, tanto dimenticata che forse non è mai esistita. Nel mese di luglio 2015 il Festival “Orizzonti Verticali “ ha ospitato Il primo studio del progetto basato su una drammaturgia inedita a partire da "Il deserto dei Tartari" di Dino Buzzati.

    Obiettivo B

    Il progetto/festival “Orizzonti Verticali”, si è sviluppato, nel primo triennio, attraverso una tematica che ha costituito il filo conduttore tra tutte le edizioni: quella del 'confronto generazionale' declinato a livello artistico. In quest'ottica programmatica un’attenzione particolare è stata rivolta alle nuove generazioni di artisti, attraverso la programmazione di spettacoli, la coproduzione e la costituzione di residenze creative che sono previste durante l’arco dell’anno nella sede della Residenza Artistica, riconosciuta dalla Regione Toscana, dell’Associazione Teatro Corsaro – Compagnia Giardino Chiuso. L'edizione 2015 del Festival ha ospitato e coprodotto la trilogia "Once Upon a time" di Francesca Foscarini e lo spettacolo "How to do things with words" di Marta Bellu. Quest'ultimo, progetto vincitore di “2014 NP_Sostegno a una nuova produzione", è stato realizzato con il sostegno della rete delle Residenze Artistiche (per la danza) della Regione Toscana.

    Obiettivo C

    Performing Media per la resilienza culturale e l'innovazione sociale è un progetto di formazione avanzata del pubblico che ha l'obiettivo di stabilire una rete di ricerca e di sviluppo nel settore delle arti sceniche, della comunicazione, del turismo esperienziale, del marketing territoriale e dell'innovazione sociale. Un lavoro che si articola tra seminari e laboratori creativi, presentati nello sviluppo del Festival “Orizzonti Verticali”, sia durante l'evento estivo sia in sessioni distribuite nell'arco della stagione. Durante la terza edizione del Festival il progetto è stato sviluppato con la programmazione dei TALK+WALK Incursioni urbane, camminando-parlando di arti sceniche e mondo che cambia, un ciclo di incontri aperti al pubblico sulle “Generazioni a confronto”, volti ad approfondire il rapporto tra le arti sceniche e la contemporaneità con un' attenzione particolare alla scoperta del territorio.

    Contatti

    Associazione Culturale Teatro Corsaro – Compagnia Giardino Chiuso
    Piazza Duomo - 53037, San Giminiano (SI)
    Telefono: 0577 941182
    Email: info@giardinochiuso.com
    Website: www.giardinochiuso.com

    43.4680554 11.0433185
    • Teatro di prosa
    • Danza
  • Sosta Palmizi nasce come compagnia a Torino nel 1985. Nel 1990 la Compagnia Sosta Palmizi si scioglie e parte del suo patrimonio creativo si trasforma dando vita‚ con Raffaella Giordano e Giorgio Rossi in qualità di direttori artistici‚ all’Associazione Sosta Palmizi‚ con sede prima a Torino ed in seguito dal 1995 a Cortona. Sosta Palmizi è una realtà di riferimento importante per la creatività contemporanea, consolidata a livello nazionale e internazionale, che raccoglie intorno alla propria attività, un vasto numero di artisti in modo autentico e organico. 

    L’attività di Sosta Palmizi si sviluppa in molteplici direzioni che partono tutte dall'attività di produzione e residenza che si sostanzia in quella dei suoi direttori artistici ed in quella degli Artisti Associati a cui vengono messi a disposizione luoghi e tempi di residenza, accompagnamento artistico e intellettuale, segreteria amministrativa ed  organizzativa, uso di materiale tecnico in dotazione, contatti e azioni di promozione per la distribuzione nei luoghi più idonei alla sensibilità di ogni soggetto, intervenendo ogni volta in sinergia con i differenti bisogni di ciascun progetto.

    L'obiettivo principale è quello di favorire la nascita di nuovi progetti creativi che sappiano interpretare la contemporaneità e la multidisciplinarietà del linguaggio performativo e dare la possibilità alle nuove generazioni di esprimersi diventando così incubatore di idee e luogo ideale per la creazione. Sosta Palmizi lavora per una residenza come luogo stabile di continuità e crescita artistica che sia in stretta correlazione con il territorio che abita attraverso le attività di sensibilizzazione del pubblico e diffusione del linguaggio performativo.

     icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Associazione Sosta Palmizi
    Località Fratta Santa Caterina, 125 - 52044, Cortona (AR)
    Telefono: 0575 630678
    Email: produzione@sostapalmizi.it
    Website: www.sostapalmizi.it

    43.2799703821 11.9218397141
    • Danza
  • L’Associazione Teatro Buti, gestisce dal 1988, anno della sua riapertura al pubblico, il Teatro F. di Bartolo di Buti ed è strutturata come associazione non riconosciuta senza scopo di lucro.
    Direttore Artistico del Teatro di Buti è Dario Marconcini; l'attività del Teatro di Buti è rivolta all'ospitalità con una stagione teatrale ed il cantiere Piccoli Fuochi, produce spettacoli, ospita rassegne, collabora con la Compagnia del Maggio per il mantenimento della tradizione locale del canto del maggio e del canto in ottava rima.

    Obiettivo C

    La formazione del pubblico a Buti passa (oltre alla fruizione degli spettacoli presentati nella stagione invernale, nel festival “Piccoli Fuochi” e nella rassegna “Teatri di Confine”) in massima parte nelle difesa e mantenimento della cultura del luogo che è il canto del maggio e il canto in ottava rima. Il Teatro è impegnato in prima persona in questo progetto di vivificazione della tradizione che deve tener conto della trasmissione del sapere attraverso un attento e necessario ricambio generazionale. Il Teatro di Buti con queste esperienze si pone come un laboratorio aperto dove un gruppo di professionisti del teatro e di tecnici si confronta coi depositari di quella cultura che è il canto del maggio e il linguaggio dell’ottava cantata, saperi che si tramandano da generazione a generazione, e che è compito di ogni intellettuale saper mantenere.

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Associazione Teatro Buti
    Via Fratelli Disperati, 10 - 56032, Buti (PI)
    Telefono: 0587 724548
    Email: teatrodibuti@teatrodibuti.it
    Website: www.teatrodibuti.it

    43.7279063 10.5888384
    • Teatro di prosa
    • Attività musicali
  • Nata a Londra nel 1996, Catalyst è un'impresa culturale che risiede dal 2005 al Teatro Corsini di Barberino di Mugello (Fi) sviluppando, grazie al contributo dell'Amministrazione Comunale, Regione Toscana, Ministero dei Beni Culturali e Unione Europea, progetti di produzione, formazione, ospitalità, collaborazioni produttive e residenze creative che le hanno permesso di radicarsi nel territorio, con lo sguardo sempre rivolto all'Europa. Attività legate dall'idea di un “Teatro Etico”, per cui il luogo teatro si trasforma nello spazio della condivisione, per gli artisti e per il pubblico; dove si lavora con e per le nuove generazioni, intervenendo in modo politico sul reale.

    Obiettivo B

    Catalyst è parte di un gruppo sperimentale lavoro che anima Quadrato. Ecosistema Teatrale Toscano, un'azione mirata all'interno di In-Box Project dedicata al sostegno delle compagnie emergenti e/o under 35 tramite circuitazione regionale e interregionale delle opere. Un'opera di tutoraggio incentrata sull'aumento di visibilità di artisti e compagnie attraverso una piattaforma web dedicata (www.ilsonar.it) e volta allo sviluppo della dimensione lavorativa delle compagnie e al loro proficuo inserimento nel mercato teatrale.

    Obiettivo C

    I Keyworkers | Formando Performando
    Articolato in percorsi educativi rivolti alle nuove generazioni, in particolare a tutti gli studenti e i docenti dell'Istituto Comprensivo di Barberino, il progetto si sta ampliando sull'intero territorio del Mugello. Spettacoli, laboratori multidisciplinari, incontri didattici, percorsi di educazione alla visione per una proposta continuativa di “teatro a scuola” che hanno reso il luogo teatrale un ulteriore spazio per la didattica.
    Queste in estrema sintesi le linee di azione:

    • coinvolgere nelle scelte educative: creazione di una Commissione composta da Teatro, Scuola, Amministrazione e Famiglie;
    • il Teatro in classe: ciclo di incontri e laboratori precedenti e successivi alla visione degli spettacoli in mattinée;
    • educazione alla teatralità: "A Lezione di Teatro. Lezioni -spettacolo per la scuola dell'infanzia, primaria e secondaria";
    • il Teatro lo facciamo noi: laboratori teatrali;
    • approccio ai diversi linguaggi della scena: laboratori di Teatro e Musica, Teatro Inglese, laboratori di Cinema e Laboratori di educazione alla visione della Danza;
    • oltre la scena: percorsi alla scoperta degli spettacoli serali.

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Catalyst Associazione Culturale
    c/o Teatro Corsini
    Via della Repubblica, 3 - 50031, Barberino di Mugello (FI)
    Telefono: 055 331449
    Email: direzione@catalyst.it
    Website: www.catalyst.it

    44.0005978 11.2384624
    • Teatro di prosa
  • Il Consorzio Coreografi Danza d’Autore (CON.COR.D.A.) nasce nell’ottobre 2008. È attualmente composto  da Movimentoinactor Teatrodanza (diretto da Flavia Bucciero) Compagnia Francesca Selva e dalla coreografa Giovanna Summo.

    Il Consorzio ha come sede principale e sede legale Teatri di Danza e delle Arti in Corte Sanac 97-98 in Pisa e altra sede operativa a Siena in Via Mentana 61.

    Dall’incontro tra le tre  coreografe matura l’idea di un progetto condiviso dalla mission ambiziosa: salvaguardare la differenza, intesa come unicità espressiva riconoscibile e assolutamente propria di ogni artista e di ogni Compagnia, e fare sistema, superando le esasperazioni individualistiche, per rilanciare la danza contemporanea e il teatrodanza, come ricchezza culturale del nostro Paese.

    CON.COR.D.A.  è riconosciuto e sostenuto dalla Regione Toscana come Residenza artistica, dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo come compagnia di produzione, dal Comune di Pisa e dal Comune di Siena.

    Si  avvale dell’esperienza più che ventennale delle compagnie ad essa aderenti e anche del contributo di nuovi giovani coreografi e danzatori e danzatrici, selezionati in ragione della loro qualificazione professionale e della loro capacità interpretativa.

    Per la diversità del linguaggio coreografico e delle tematiche artistiche delle Compagnie coinvolte, il Consorzio è in grado di offrire al pubblico una grande varietà di produzioni di danza e teatrodanza, un patrimonio unico costituito dagli spettacoli in repertorio delle compagnie consorziate, sia produzioni rivolte in maniera specifica a bambini e giovani, sia ad un pubblico adulto. Inoltre il Consorzio offre opportunità di formazione e mette in rete le competenze e le collaborazioni consolidate da ciascuna Compagnia nel corso degli anni con i teatri, le scuole e le università, gli enti locali, nazionali ed internazionali. Con.Cor.D.A. svolge attività di spettacolo in Italia e all’estero, organizza due Festival annuali, uno di danza contemporanea: ConfiDance a Siena, e l’altro multidisciplinare: NavigArte a Pisa. Il Consorzio svolge attività formativa, sia nell’ambito della scuole di ogni ordine e grado nel territorio di Pisa e provincia, sia  diretta a danzatori e coreografi, come nel caso dei programmi di formazione professionale, in collaborazione con realtà internazionali (Ungheria e Belgio) presso la sede di Siena

    La sede principale del Consorzio: Teatri di Danza e delle Arti, sorge in Corte Sanac, nel quartiere periferico ed ex-industriale di Porta a mare in Pisa, con prevalenza di popolazione a disagio socioculturale e straniera.

    Il progetto di Residenza artistica di Concorda prevede l’ospitalità di compagnie emergenti e under 35 in residenza artistica con il tutoraggio di artisti e tecnici professionisti del Consorzio. Collaborazioni con altre realtà del mondo del teatro, della musica e della videoarte che entrano in relazione con la danza.

    È coinvolto in numerosi progetti artistici organizzati dal Comune di Siena che rende disponibili i Teatri Comunali e spazi non convenzionali per avvicinare il pubblico alla danza.

    Il Consorzio Con.Cor.D.A. gestisce per l’intero anno la sede di Teatri di Danza e delle Arti (inferiore a 100 posti) e spazi non convenzionali della Corte Sanac. Per  alcuni  giorni all’anno ha la concessione di uso  del Teatro Nuovo di Pisa (450 posti).

    Obiettivo A

    Ospita  l’attraversamento in Residenza, presso Teatri di Danza e delle Arti, la giovane Compagnia emergente under 35 Lugocomune Danza. Al termine dell’attraversamento, la compagnia ha presentato la produzione "Click".

    Nell’ambito della multidisciplinarietà ospita l’attraversamento in Residenza di Policardia Teatro, Centro di creazione internazionale diretto da Mamadou Dioume, Jean Paul Denizon (fra i principali attori e collaboratori di Peter Book), Andrea Moretti, per un gruppo integrato di attori, danzatori, giovani immigrati provenienti dai centri di accoglienza di Cascina e Torre del Lago.

    Al termine della Residenza, Policardia Teatro ha presentato gli Studi su “I Racconti del Sole” testi di Jean Claude Carrière (premio Oscar alla carriera 2015) presso Teatri di Danza e delle Arti.

    Svolge importanti  azioni di promozione delle realtà ospitate in residenza, affidandole a professionisti del settore: ufficio stampa, videoartisti, fotografi e veicolandole sulla stampa e i social network.

    Obiettivo B

    Ospita, nell’ambito dei due Festival che organizza, Conf.Dance e NavigArte, compagnie emergenti e under 35 italiane e straniere. Programma spettacoli realizzati in residenza presso altri titolari di residenza partecipanti al Progetto Interregionale, come con Teatri Associati di Napoli.

    Obiettivo C

    Realizza laboratori e spettacoli per un  pubblico di bambini, adolescenti e giovani in relazione con scuole di ogni ordine e grado del territorio di Pisa. Svolge dimostrazioni di lavoro, laboratori e incontri aperti ad un pubblico misto, interculturale e intergenerazionale, creando numerose relazioni con Enti e Organismi dei territori di Pisa e Siena, con particolare attenzione alle associazioni di migranti e associazioni coinvolte nella problematica gender. Collabora con Teatri Associati di Napoli, per la creazione di occasioni di incontro al fine di monitorare costantemente i risultati del rapporto di collaborazione tra Residenze, di sviluppare buone pratiche e un costante miglioramento delle azioni.

    icona photogallery

     

    Vai alla photogallery

     

    Contatti

    logo Concorda

    Consorzio Coreografi Danza d’Autore Con.Cor.D.A.
    Sede principale e sede legale
    Teatri di Danza e delle Arti
    Corte Sanac, 97-98 - Pisa
    Telefono: 050501463 - 3462267973

    Seconda sede operativa
    Via Mentana, 61 - Siena 53100
    Telefono: 0577223267

    Email: concorda.danza@gmail.com
    Web: www.concordanza.net - fb Concorda Residenza Artistica

    Riferimenti Compagnie consorziate
    Cia Movimentoinactor Teatrodanza
    Telefono: 3293907309
    Cia Francesca Selva
    Telefono: 3474007461

    43.7062331 10.3829321
  • GMMT dal 1983 è una compagnia di produzione e progetto che utilizza la creazione scenica per pubblici di ogni età, come motore di una più ampia attività di programmazione, formazione e promozione teatrale in una vasta area della toscana centrale intrecciata ad una collaterale attività di distribuzione delle proprie opere in Italia ed all’estero. Il radicamento progettuale territoriale è regolato da convenzioni pluriennali con i comuni che hanno affidato a GMMT la gestione e direzione artistica dei loro teatri comunali: Teatro del Popolo di Castelfiorentino (FI) - sala grande 350 posti e ridotto 150; Teatro comunale Verdi di Santa Croce sull’Arno (PI) - 300 posti; Minimal Teatro a Empoli (FI) - 100 posti; saletta didattica Museo Leonardiano Vinci - 80 posti. GMMT è sostenuto dal MIbac come impresa di produzione dal 1992 e dal 1996 dalla Regione Toscana prima come impresa di produzione e poi come residenza teatrale.

    Obiettivo A

    Conseguentemente all’azione di tutoraggio prevista per l’intero progetto di Residenza 2013-15, utilizziamo questo ulteriore spaccato progettuale per intensificare il ruolo dei teatri abitati anche come spazio rivolto all’accoglienza e tutela di artisti e compagnie. Nel periodo ottobre-dicembre 2015 abbiamo realizzato 35 giornate di ospitalità in residenza della Compagnia Gogmagog, organizzando diversi momenti di incontro fra artisti in residenza e comunità, realtà culturali ed associative del territorio, per aumentare il grado di conoscenza da parte del pubblico potenziale e contestualmente permettere agli artisti di approfondire legami e conoscenza con il territorio temporaneamente abitato. A dicembre 2015 si concluderà anche la residenza della compagnia Zaches, iniziata a luglio e finalizzata alla realizzazione della nuova produzione "Il Minotauro" che ha debuttato in prima nazionale al Minimal Teatro il 18 dicembre 2015.

    Obiettivo B

    Nei teatri in residenza del progetto interprovinciale realizzato da GMMT, nel triennio 2015-17, si è attuata una programmazione nell’obiettivo di promuovere la scena contemporanea, i processi creativi legati all’innovazione drammaturgica e scenica, il ricambio generazionale degli artisti e degli spettatori. Il Minimal Teatro, una delle sale in residenza di GMMT, inaugurato a settembre 2014 ad Empoli, è vocato al teatro contemporaneo e al teatro per le nuove generazioni. Uno spazio strutturalmente predisposto ad incontri, laboratori, workshop, prove aperte, residenze di artisti e compagnie. Ha ospitato da ottobre a dicembre 2015 gli spettacoli di 4 compagnie che hanno nel loro progetto artistico la voglia e vocazione di rivolgere le proprie opere sia a ragazzi e giovani sia ad adulti: Gogmagog con le opere”Babar” e “Matrimonio segreto”; Sacchi di Sabbia con “Sandokan”; Riserva Canini con “Talita Kum” e “Grimm, i guardiani del pozzo”; Zaches con “Il Minotauro” in prima nazionale.

    Obiettivo C

    Un team di operatori, docenti universitari, esperti teatrali, studenti in formazione, che operano insieme a gruppi bersaglio rappresentativi di diverse aree di pubblico con i quali attivare percorsi stabili legati all’educazione alla visione, all’esplorazione di differenti linguaggi scenici, con particolare riferimento al teatro contemporaneo rivolto ai pubblici di ogni età, alla conoscenza dei luoghi di rappresentazione legati alla residenza e, più in generale, al territorio toscano. Le attività sono incontri e laboratori, momenti di visione ed analisi degli spettacoli e le pratiche per una visione attiva. Utilizzo di blog dedicati al progetto come diario di bordo pubblico dell’esperienza, spazio per recensioni, scambio d’informazioni, etc. Nel 2015 sono state prese in esame le pratiche e le opere, destinate a varie fasce di pubblico, presentate dalle compagnie Gogmagog, Riserva Canini e Zaches presso la Sala Minimal Teatro.

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Logo Giallo Mare Minimal Teatro

    Via Paolo Veronese, 10 - 50053, Empoli (FI)
    Telefono: 0571 81629
    Email: info@giallomare.it
    Website: www.giallomare.it

    43.718748 10.936109
  • Il Teatro delle Donne è un centro di produzione drammaturgica contemporanea all’avanguardia. In 24 anni di attività, in linea con le analoghe iniziative europee, ha messo in piedi il centro nazionale di drammaturgia, ha raccolto in un archivio (consultabile anche sul sito) e catalogato circa mille testi di autrici italiane di teatro, ha dato vita ad un festival, ad un’importante attività di formazione e produzione con sede al Teatro Manzoni di Calenzano.

    Obiettivo B

    Programmazione nella residenza del Teatro delle Donne, nell’ambito del Festival Avamposti, di spettacoli di artisti under 35 e di formazioni emergenti. Nel programma 2015 sono stati presenti alcuni degli autori e degli interpreti più interessanti e più giovani del panorama teatrale italiano e alcune compagnie under 35. Infinito ha presentato "Tony Pagada, ritorno in Italia", di Paolo Sorrentino, interpretato anche questa volta da Iaia Forte. Elena Arvigo, giovane attrice emergente (segnalata anche nell’ultima edizione di In-Box) ha portato in scena "4:48 Psychosis" il testo cult di Sarah Kane. I giovanissimi Maniaci D’Amore hanno presentato "Morsi a vuoto", mentre quella degli Instabili Vaganti è stata una prima nazionale, con "Desaparecidos#43". Per Municipale Teatro Giulia Pont nel suo "Ti lascio perché ho finito l'ossitocina".

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Teatro delle Donne - Centro nazionale di drammaturgia
    Via Canova, 100/2 - 50142, Firenze (FI)
    Telefono: 055 8877213
    Email: teatro.donne@libero.it
    Website: www.teatrodelledonne.com

    43.7778738 11.2039597
    • Teatro di prosa
  • Il Teatro Cantiere Florida è l'unica esperienza di residenza creativa multipla del Comune di Firenze sostenuta dalla Regione Toscana e animata da Elsinor - Centro di produzione teatrale, Versiliadanza e Murmuris Teatro.
    Il Teatro Cantiere Florida nel 2013 diviene FLOW, acronimo di Florida Now, offrendo un'ampia stagione in ambito prosa, danza e teatro ragazzi.
    Le collaborazioni con alcune degli organismi più interessanti del panorama artistico italiano ed internazionale, le rassegne speciali, i progetti interdisciplinari, i laboratori di guida alla visione e i percorsi di alta formazione fanno dello spazio, collocato nell’Oltrarno fiorentino, uno dei più dinamici opifici creativi presenti nel territorio nazionale.

     

     

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Teatro Cantiere Florida
    Via Pisana 111 rosso - 50143, Firenze (FI)
    Telefono: 055 7135357 - 055 7130664
    Email: direzione@teatroflorida.it - direzioneartistica@versiliadanza.it - info@murmuris.it  
    Website: www.teatroflorida.it

    43.7650412 11.2098797
    • Teatro di prosa
    • Danza
    • Attività musicali
  • Officine della Cultura è capofila del progetto di Residenza Multipla Rete Teatrale Aretina, che coinvolge anche Teatro di Anghiari, Nata, Diesis Teatrango, Kanterstrasse Teatro e Libera Accademia del Teatro. Attivo dal duemila, il coordinamento gestisce e programma otto teatri in provincia di Arezzo, si occupa di produzione teatrale e musicale e di formazione del pubblico, promuove attività laboratoriali dentro e fuori la scuola. Il sistema di residenze della Rete Aretina prevede sia la forma “classica” della compagnia residente stabile, sia quella “leggera” della residenza temporanea di giovani compagnie.

    Obiettivo C

    Obiettivi generali: ampliare il numero di spettatori “organizzati e consapevoli” attraverso la formazione di nuovi gruppi e di nuove figure di mediazione artista/teatro/spettatore. Elaborare percorsi di didattica della visione e di formazione rivolti in maniera specifica al pubblico giovane.
    Attività principali: Spettatori erranti 2.0, creazione di gruppi di “spettatori consapevoli” per territorio e per target, itineranti tra i teatri della Rete. Scritti per la scena: residenza drammaturgica con un giovane autore selezionato anche attraverso azioni di coinvolgimento del pubblico. Di me stesso: formazione di pubblico e operatori sulla scrittura di se. I Maestri della Scena: incontri pubblico/operatori con o su grandi maestri (Martone - Massini su Ronconi) Tramandando: incontro tra le scuole di teatro con momenti di didattica della visione. Altre attività: laboratori e rassegne sul “fare e sul vedere” teatro a scuola, didattica della visione, incontri con il pubblico, servizi al pubblico.

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Officine della Cultura
    Via Trasimeno, 16 - 52010, Arezzo (AR)
    Telefono: 0575 27961
    Email: info@officinedellacultura.org
    Website: www.officinedellacultura.org

    43.4576341 11.877756
    • Teatro di prosa
    • Attività musicali
  • SESTO TRAM è il progetto di residenza multipla con sede a Sesto Fiorentino cui fanno parte Company Blu, AttoDue e Teatro della Limonaia

    AttoDue Associazione Culturale di Firenze

    Nasce nel 2010 dalla fusione di Laboratorio Nove di Sesto Fiorentino e CIT-Centro Iniziative Teatrali di Campi Bisenzio. Il nucleo iniziale è operativo dal 1982 come centro di produzione e formazione teatrale. Dal 2013 AttoDue è Compagnia Residente riconosciuta dalla Regione Toscana al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino. AttoDue gestisce anche il Festival Internazionale Luglio Bambino a Campi Bisenzio e organizza attività dedicate alla formazione di nuovo pubblico e nuove maestranze artistiche.

    Company Blu

    È capofila del progetto di residenza regionale Sesto TRAM, a Sesto Fiorentino, presso il Teatro della Limonaia.
    Composta da Alessandro Certini e Charlotte Zerbey e da vari collaboratori Company Blu è una delle compagnie italiane più innovative per la ricerca e la danza contemporanea degli ultimi decenni.
    Sin dalla sua fondazione (nel 1989) Company Blu danza, forte dalla ricerca e della partecipazione artistica condotta in Europa fin dal 1979, ha sempre ricercato un rapporto diretto con la musica dal vivo, le architetture plastiche estemporanee del corpo - mai cristallizzate in quadri precostituiti - inserendo sempre la struttura coreografica in una scenografia talvolta materialmente teatrale, talvolta virtuale e tecnologica, attenta alle contaminazioni delle arti visive.
    Questo scambio tra background culturali e poetici diversi rende davvero centrale l’interprete, l’esperienza espressiva e la comunicazione dal vivo tra danzatori, musicisti, artisti visivi e spettatori.

    Associazione Culturale Teatro della Limonaia

    Membro del IETM, nasce nel 1987 per gestire l'omonimo spazio a Sesto Fiorentino e, in breve tempo, attraverso il suo progetto più importante (il Festival Intercity che si dedica alla scoperta del teatro internazionale e soprattutto alla nuova drammaturgia) si trasforma in un vero centro teatrale e culturale a livello internazionale. Negli anni il Festival Intercity sviluppandosi abbraccia l'intero anno e si sviluppa in tre fasi, diventando così un trittico artistico: Festival Intercity (autunno), Intercity Scuola di teatro e Intercity Connections, i progetti formativi (novembre - maggio), e InterciTy Winter, la stagione invernale della struttura (gennaio - marzo).

     

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Via Gramsci 426 - 50019, Sesto Fiorentino (FI)
    Telefono: 055 4206021 - 055 440265 - 055 440852
    Email: info@attodue.net - companyblu@companyblu.it - info@teatrodellalimonaia.it
    Website: www.attodue.net - www.companyblu.it - www.laboratorionove.it - www.teatrodellalimonaia.it

    43.835744 11.2037555
    • Teatro di prosa
    • Danza
  • Straligut Teatro nasce nel 2004 con l'obiettivo di creare sul territorio senese un polo attivo e vivace dedicato al teatro contemporaneo.

    Straligut, grazie anche al sostegno delle Amministrazioni Locali, "abita" più spazi: il Teatro dei Rozzi (Siena), il Teatro del Costone (Siena), l'Auditorium della Casa dell'Ambiente (Siena), il Supercinema (Monteroni d'Arbia).

    Le proprie attività spaziano dalla produzione (teatro e teatro per le nuove generazioni) all'organizzazione di Rassegne e Festival, dalla formazione e didattica alla promozione e valorizzazione della scena emergente italiana.

    A partire dal 2009 In-Box e In-Box dal Vivo rappresentano lo strumento principale per mettere il territorio senese in relazione con il sistema teatrale nazionale permettendo a Straligut di diventare un punto di riferimento per le realtà teatrali emergenti.

     

    icona photogalleryVai alla photogallery

     

    Contatti

    Straligut Teatro
    Via Cassia Nord, 145/8 - 53014 Monteroni d'Arbia (SI)
    Telefono: 0577 374025
    E-mail: info@straligut.it - info@inboxproject.it - info@ilsonar.it
    Website: www.straligut.itwww.inboxproject.it - www.ilsonar.it

    43.2360908 11.4173768
  • Nasce nel 2002 con il sostegno del Comune di Firenze, sotto la direzione artistica del drammaturgo, regista e sceneggiatore Nicola Zavagli e dell'attrice Beatrice Visibelli. Ha sede a Firenze, dove dirige e gestisce il Teatro delle Spiagge Residenza Artistica della Regione Toscana con attività di formazione (stage e corsi di teatro), attività di produzione (drammaturgia contemporanea e teatroragazzi), attività di programmazione (dal 2010 cartellone di ospitalità, proprie produzioni, serali e matinèe, eventi e mostre) e attività di sostegno ad artisti e compagnie emergenti e non (tutoraggio e concessioni di periodi residenziali).

    Obiettivo C

    Scena Maestra Toscana: laboratorio di formazione del pubblico. Un nuovo modello di drammaturgia e di cittadinanza attiva. Predisporsi a vedere uno spettacolo in modo attivo e consapevole, cogliendo e gustando i linguaggi artistici proposti, i temi affrontati, i risvolti nascosti e le suggestioni che ne derivano, è un’arte parallela e complementare al fare teatro.
    Queste le azioni di formazione:
    A) percorso di visione intergenerazionale scelto nella programmazione del Teatro delle Spiagge (incontri pre e post alla visione di 3 spettacoli dal forte impegno civile);
    B) percorso di visione su Teatro e Sport (prove aperte di nuove produzioni, sul tema della compagnia residente con la formazione di un forum/osservatorio del pubblico cha avrà la funzione di relazionarsi con la compagnia e gli artisti per suggerire impressioni utili al debutto. Conclude un convegno su Drammaturgia e Sport).
    Le azioni saranno condotte da mediatori Agita/Casa dello Spettatore e operatori della compagnia residente.

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Teatri d'Imbarco a.p.s.
    c/o Teatro delle Spiegge
    Via del Pesciolino, 26/a - 50145, Firenze (FI)
    Tel. 055 310230
    Email: segreteria@teatridimbarco.it
    Website: www.teatridimbarco.it

    43.7934617 11.1855174
    • Teatro di prosa
  • Fondata a San Miniato (Pi) nel 1993, sviluppa da sempre una progettualità molto articolata sotto la direzione artistica di Enrico Falaschi: produce spettacoli legati alla drammaturgia contemporanea e al teatro per le nuove generazioni, gestisce direttamente il Teatro Quaranthana di San Miniato (Pi) e il Teatro Pacini di Fucecchio (Fi), organizza il Festival Contemporanei Scenari e altre rassegne sul territorio regionale, sviluppa un’intensa attività editoriale dedicata allo spettacolo attraverso il proprio marchio Titivillus Mostre Editoria (Premio della Critica 2012) e alla fotografia attraverso il proprio Centro per la Fotografia dello Spettacolo (Premio della Critica 2006).

    Obiettivo B

    Il progetto di formazione del pubblico proposto dal Teatrino dei Fondi coinvolge attivamente tre tipologie di fruitori: le nuove generazioni (bambini e giovani), i loro intermediari (insegnanti e genitori), gli adulti (fruitori abituali e fruitori potenziali). Nello specifico per le nuove generazioni il Teatrino dei Fondi realizza un percorso di educazione alla visione, collegata alle rassegne di teatro per le scuole che organizza, prepara, accompagna e rielabora l'esperienza della visione del teatro insieme ai bambini; dei percorsi di avvicinamento alla pratica teatrale nelle scuole e parallelamente dei percorsi multidisciplinari di avvicinamento alla pratica teatrale in teatro. Ai mediatori delle nuove generazioni invece si rivolgono attraverso dei percorsi di aggiornamento per insegnanti in nuovi linguaggi e pratiche teatrali, mentre ai genitori propongono con "Ragazzi, pronti a leggere?" un percorso di condivisione con i propri figli attraverso la lettura di storia ad alta voce. Infine per gli adulti fruitori abituali o potenziali del teatro hanno attivato dei percorsi di approfondimento per uno spettatore consapevole e dei Percorsi multidisciplinari di avvicinamento alla pratica teatrale.

    Contatti

    Teatrino dei Fondi
    Via Zara, 58 - 56028, San Miniato (PI)
    Telefono: 0571 462835
    Email: info@teatrinodeifondi.it
    Website: www.teatrinodeifondi.it

    43.6443322 10.8340516
    • Teatro di prosa
  • La compagnia nasce nel 1980, riconosciuta dalla Regione Toscana e dal Ministero, nella sua attività produttiva tende alla multidisciplinarietà dei linguaggi e a creare un teatro per tutti ma di alta qualità. Tramite la residenza al Teatro delle Arti pratichiamo un modello europeo di proposta dello spettacolo dal vivo attraverso varie forme di teatro urbano con le seguenti caratteristiche: incrocio dei vari linguaggi (teatro, cinema, danza, arte, fotografia); proposte per tutte le generazioni di spettatori; attività di ospitalità; formazione a vari livelli, sia dentro il teatro che nelle scuole.

    Obiettivo B

    Teatro popolare d’arte è parte di un gruppo sperimentale di lavoro: Quadrato - Ecosistema Teatrale Toscano, composto dalle 4 residenze già associate nel progetto In_Box (TPA, Elsinor, Giallomare, Catalyst) che concordano di rendere complementari le programmazioni di spettacoli di giovani compagnie, mettere in relazione produzione e formazione, implementare la formazione degli spettatori e condividere questioni tecnico-gestionali. Alla circuitazione si affiancherà un’azione di importante visibilità tramite il progetto sul web, Sonar una piattaforma che renderà visibili ai professionisti registrati (attualmente 1.300) il lavoro delle giovani compagnie facilitando domanda e offerta. Faremo inoltre circuitare le opere di artisti under 35 nelle nostre sedi di residenza, per consolidare la dimensione lavorativa delle compagnie all’interno del mercato teatrale nazionale, con una particolare attenzione ai linguaggi multidisciplinari.

    Obiettivo C

    Il progetto del Teatro popolare d’arte tende al consolidamento di un processo già in corso presso il Teatro delle Arti di Lastra a Signa: la stabilizzazione definitiva di una comunità di artisti della scena che lavora per la creazione di testi e spettacoli originali attraverso un progetto triennale dal titolo "Dopo Salò" che tende all'ampliamento e alla qualificazione ulteriore dei nostri pubblici. All’evento produttivo del 2015 dal titolo "Arcitaliani" scritto da Massimo Sgorbani e diretto da Gianfranco Pedullà, sono stati associati vari incontri formativi presso l’Università di Firenze, l’Accademia di Belle Arti e l’Istituto superiore di Scandicci, tramite interventi dei suddetti presso gli istituti, invito alle prove aperte, incontri con la compagnia. È stata inoltre realizzata una retrospettiva cinematografica su Pasolini presso la sede della nostra residenza, con  interventi di formazione sul pubblico a cura di Pedullà e altri.

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Mascarà Associazione Culturale
    Via Matteotti, 8 - 50055, Lastra a Signa (FI)
    Telefono: 055 8720058
    Email: tparte@dada.it
    Website: www.tparte.it

    43.769093 11.106351
    • Teatro di prosa
  • Teatro Studio Krypton, in residenza al Teatro Studio di Scandicci dal 1991, basa la sua poetica sull'esplorazione delle tecnologie innovative e della loro applicazione alla scena, in una continua ricerca interdisciplinare su teatro, architettura, arti visive. Alla produzione e ospitalità di spettacoli affianca una cospicua attività laboratoriale e di formazione professionale rivolta prevalentemente alle nuove generazioni, tutoraggi e produzioni di giovani artisti emergenti e attività collaterali di promozione e formazione del pubblico (serate di poesia, convegni, seminari, presentazione di libri...).

    Obiettivo B

    Zoom 2015 - AltroFuturo - Dieci anni
    teatro/danza/performance/musica/laboratori.
    Nel 2015 Zoom raggiunge la decima edizione, un traguardo importante per una piccola, grande rassegna che ha fatto del Teatro Studio un punto di riferimento delle nuove generazioni teatrali italiane. Il programma del 2015 ha offerto un punto d'osservazione privilegiato del giovane teatro nazionale: dalla Sicilia al Veneto, dalla Puglia alla Liguria senza trascurare le nuove eccellenze toscane.
    Dal 4 al 15 novembre sono state ospitate 13 formazioni che hanno presentato 14 spettacoli: 7 compagini emergenti e 6 under 35. Le compagnie ospiti: Clinica Mammut, Carullo-Minasi, Teatrodilina, Barokthegreat, Biancofango, Opera, Mara Cassiani, Dewey Dell, Fosca, Kronoteatro, Teatro Menzatì, Compagni di Viaggio, Fibre Parallele. Il programma è stato arricchito da tre eventi speciali non inclusi nel progetto interregionale: un omaggio a Jon Fosse con lo spettacolo “Inverno” della compagnia Florian Metateatro, il concerto in prima assoluta “Mind out” di Pianokitar, un duo di pianoforte e chitarra elettrica formato da due giovanissimi musicisti e la serata Anticorpi – Progetto eXpLo, in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus in cui tre giovani coreografi hanno presentato le loro creazioni più recenti: Gianluca Girolami, Francesco Colaleo e Nicola Galli.

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Teatro Studio Krypton
    Via Donizetti, 58 - 50018, Scandicci (FI)
    Telefono: 055 2345443
    Email: organizzazione@teatrostudiokrypton.it
    Website: www.teatrostudiokrypton.it

    43.7604718 11.1784476
    • Teatro di prosa
  • ALDES è una associazione di artisti e operatori culturali che dal 1993, sotto la direzione di Roberto Castello, produce e promuove opere di sperimentazione coreografica con particolare attenzione alle forme di confine fra danza e arti visive, danza e nuove tecnologie, danza e teatro, realizzando spettacoli, video, installazioni, performances e manifestazioni che hanno come oggetto il corpo, il movimento e la loro rappresentazione. A partire dal 2008 ALDES cura il progetto “SPAM! rete per le arti contemporanee” nella provincia di Lucca, ospitando residenze, una programmazione multidisciplinare di spettacoli, workshop, attività didattiche, incontri. ALDES è sostenuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo/Direzione Generale per lo spettacolo dal vivo e da Regione Toscana/Sistema Regionale dello Spettacolo e dal 2013 è ufficialmente Residenza Artistica (Coreografica) nel quadro della legge toscana per la cultura.

    Tra febbraio e dicembre 2015 il progetto SPAM! di ALDES ha ospitato nelle sale prove di Porcari – oltre alle prove di compagnia degli autori/coreografi ALDES - 15 residenze creative di singoli autori o compagnie ospiti che hanno avviato o proseguito i propri progetti, creando un'occasione di scambio con altri artisti e con la comunità di riferimento di SPAM!, in un processo intrecciato fra produzione, formazione e programmazione. I gruppi/artisti ospiti delle residenze inseriti nel progetto interregionale sono stati 6: Associazione If Prana/Silvia Bennett, Quotidiana.Com, Annika Pannito e Elisa D'Amico, Said Ait El Moumen e Simona Bellino, Giacomo Verde e due degli artisti selezionati dal progetto Luogo Comune: Flora Vannini e Maria Elena Curzi. Alcuni artisti hanno lavorato in sala a un avanzamento dei loro progetti senza incontrare il pubblico, a chi lo ha richiesto invece è stata data la possibilità di presentare i materiali elaborati alla comunità SPAM! e di discuterne in un contesto informale e conviviale con i presenti (progetto Lo Spettatore D'oro).

    Dalla parte dello spettatore - Percorsi guidati per dialoghi tra platea e palcoscenico

    Da gennaio 2016 SPAM! ha iniziato un percorso di prove aperte di artisti in residenza e degli autori ALDES aperto ad un pubblico interessato ad approfondire i processi della creazione di una performance. Dopo ogni presentazione è previsto un dibattito tra artista e pubblico coordinato dalla redazione della rivista web di critica teatrale “Lo sguardo di Arlecchino”.
    La performance contemporanea non è riducibile, né dovrebbe esserlo, alla sola, pur irrinunciabile, dimensione dello spettacolo quale “oggetto” finale da sottoporre al pubblico pagante secondo le consuete ottiche di produzione-consumo. L’opera d’arte performativa, intesa come organismo vivente e dinamico, può affrontare articolati percorsi di gestazione, all’interno dei quali non è raro che gli artisti avvertano il bisogno di un confronto aperto e libero, per poter tentare soluzioni inedite, sperimentare, indagare su forme inconsuete e, al limite, persino sbagliare, se può avere senso una tale espressione.
    E può essere necessario, nel corso della gestazione di un’opera, avere un riscontro, franco e incondizionato (specialmente dal contratto commerciale sotteso dall’ordinario consumo spettacolare) da parte di uno spettatore “speciale”, che si possa sentire coinvolto nella gestazione stessa, che voglia egli stesso mettersi alla prova in uno scambio proficuo con l’artista.
    È in questo senso che la redazione di Lo sguardo di Arlecchino si è messa a disposizione di SPAM! Rete per le arti contemporanee nell’ottica di fornire un costante supporto critico per le molte residenze artistiche ospitate dallo spazio nel semestre febbraio-luglio 2016, offrendosi di gestire gli incontri successivi alle prove aperte (destinate a un numero di spettatori limitato), con almeno due propri collaboratori, eventualmente producendo materiali autonomi da mettere a disposizione nel corso dei suddetti incontri.
    Da febbraio hanno presentato i loro lavori work in progress i seguenti artisti: Giacomo Verde, Irene Russolillo, Zoya Sardashti, Carmen Moreira. Nei prossimi mesi SPAM! ospiterà autori italiani e internazionali tra i quali: Flora Vannini, Francesca Penzo, Francesca Zaccaria, Compagnia Simona Bucci, Kieran Carroll, etc.

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    A.L.D.E.S.
    Via Don Minzoni, 34 - 55016, Porcari (LU)
    Telefono: 0583 975089
    Email: info@spamweb.it
    Website: www.aldesweb.org - www.spamweb.it

    43.8307552 10.6176958
    • Danza
  • Kinkaleri nasce nel 1995 a Firenze e opera fra sperimentazione teatrale, ricerca sul movimento, installazioni visive, materiali sonori, performance, cercando un linguaggio non sulla base di uno stile ma direttamente nell’evidenza di un oggetto. I lavori del gruppo hanno ricevuto ospitalità presso numerose programmazioni in Italia e all’estero. Nel 2015 Kinkaleri insieme alle compagnie mk e Le supplici formano KLM, zona di raduno che inaugura e configura una nuova geografia interregionale di progettazione condivisa che ha come scopo la produzione di un movimento nel discorso coreografico contemporaneo.

    Obiettivo A

    Le residenze nello spazioK rispondono ad una domanda sempre crescente di spazi per la creazione contemporanea, raccogliendo una ampia comunità di artisti nazionali e internazionali. Questa azione ha come obbiettivo il rafforzamento del sistema danza come lavoro in rete tra soggetti capaci di costruire modalità di lavoro coordinate e dialoganti con i diversi territori, e l'ottimizzazione delle opportunità di sviluppo di un percorso produttivo a cui una residenza fa riferimento (ospitalità, gestione, confronto artistico, accompagnamento produttivo, confronto progettuale, tutoraggio, relazione con il pubblico). In questo contesto si inserisce la proposta di circuitazione di artisti ospitati in più spazi di residenza (Annika Panniko e Anna Marocco) e il progetto in collaborazione con Villa Romana che coinvolge importanti artisti di arte contemporanea che lavorano sulla performance (Jacopo Miliani, Jeremiah Day. Francesca Banchelli).

    Obiettivo C

    Il progetto vuole creare una serie di incontri di formazione del pubblico giovanile in collaborazione con Collettivo Cinetico e Fosca, compagna di residenza allo spazioK. Lab Bianco di Fosca intende fornire un'esperienza artistica volta alla formazione e promozione della creatività e progettualità di un gruppo di adolescenti, con una serie di incontri e un momento di esposizione finale come spazio di riflessione sulla ricerca dei linguaggi contemporanei nelle arti della scena. cinetico4.4 di Collettivo Cinetico è un progetto di formazione che coinvolge il pubblico in un gioco collettivo partecipato innescando un ragionamento partecipato sulle diverse modalità di costruzione e fruizione di una performance. Il progetto, collocato in un importante Museo della città, crea un ponte innovativo con un pubblico vario - scolastico, universitario, operatori, pubblico diffuso.

    icona photogalleryVai alla photogallery

    Contatti

    Kinkaleri Associazione culturale
    Via Santa Chiara, 38/2 - 59100, Prato (PO)
    Telefono: 0574 448212
    Email: info@kinkaleri.it
    Website: www.kinkaleri.it

    43.8770952 11.0992287
    • Danza
Azioni sul documento

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali