NID - New Italian Dance Platform 2019

Reggio Emilia, una città che danza dal 10 al 13 ottobre

27 spettacoli, 8 locations, 1450 ore di danza, una città intera che danza: si presenta così la quinta edizione di NID - New Italian Dance Platform, la Nuova Piattaforma della Danza Italiana che si terrà dal 10 al 13 ottobre 2019 a Reggio Emilia, organizzata da ATER, Circuito Regionale Multidisciplinare, Fondazione Nazionale della Danza e Fondazione I Teatri in collaborazione con Rete Anticorpi.
Il programma di NID 2019 presenta il meglio della danza nazionale grazie all'attento lavoro della
commissione artistica, composta da Lanfranco Cis – Direttore Festival Oriente Occidente, Christophe
Galent – Direttore Les Halles de Schaerbeek, Belgio, Li Ming – Vice Presidente del Center for Shanghai International Arts Festival, China, Daniele Sepe – Vicedirettore Amat, Steriani Tsintziloni - Co-curatore artistico Athens&Epidaurus Festival, Grecia e Gerarda Ventura - Direttrice artistica Anghiari Dance Hub.
Dopo una call pubblica aperta a tutte le compagnie professionali italiane che ha visto la candidatura
di 202 spettacoli, sono stati selezionati dalla commissione quindici titoli.
Il programma,presentato nelle varie sedi tra giovedì 10 e domenica 13 ottobre, vedrà
in scena: AVALANCHE (Marco D’Agostin - Associazione Culturale VAN); BAD LAMBS (Michela Lucenti
- Associazione Culturale Balletto Civile); BERMUDAS (Michele di Stefano - mk ); DE RERUM NATURA (Nicola Galli - TIR Danza Associazione Teatrale); FULL MOON (Mauro Astolfi - Spellbound Contemporary Ballet); SEEKING UNICORNS (Chiara Bersani - Associazione Culturale Corpoceleste); GRACES (Silvia Gribaudi - Associazione Culturale Zebra); HARLEKING (Ginevra Panzetti e Enrico Ticconi - Associazione Culturale VAN); INTRO (Andrea Costanzo Martini - Balletto di Roma); JOIE DE VIVRE (Simona Bertozzi - Compagnia Simona Bertozzi | NEXUS); KOKORO - site specific version (Luna Cenere - Associazione Culturale Körper); LA MORTE E LA FANCIULLA (Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, Compagnia Abbondanza/Bertoni); UN/DRESS - site specific version (Masako Matsushita, Nanou Associazione Culturale); VN (Cristina Kristal Rizzo, CAB 008); WRECK – LIST OF EXTINCT SPECIES (Pietro Marullo - Associazione Culturale Chiasma).

Completano il programma di NID 2019 i quattro centri nazionali di produzione della danza, punti di riferimento
per il settore, invitati a presentare alcune proposte distintive della propria identità artistica.
Ballade di DANCEHAUSpiù è una riscrittura originale in chiave streetromantic a partire da La
notte poco prima della foresta di B. M. Koltès, a cura della coreografa Susanna Beltrami in collaborazione con il compositore e pianista Cesare Picco e la partecipazione del performer Delì, in scena con una partitura inedita.
Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto ha scelto di valorizzare tre pezzi di coreografi
italiani e trentenni: il duo “O” di Philippe Kratz, il quintetto Lost In nato dall’incontro tra Jorge R. Pombo,
pittore e Saul Daniele Ardillo, danzatore di Aterballetto, e lo spettacolo per ragazzi Piccola è la bellezza, anch’esso firmato da Ardillo.
Il centro di produzione nazionale Virgilio Sieni presenta la nuova produzione 2019, Metamorphosis, per sei danzatori, sulle coreografie di Sieni e con le musiche di Arvo Pärt.
Scenario Pubblico CZD, infine, va in scena con A.semu tutti devoti tutti?, uno degli spettacoli maggiormente rappresentativi della Compagnia Zappalà Danza appena riproposto in un nuovo allestimento.

Informazioni

www.nidplatform.it

info@nidplatform.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/08/01 13:34:06 GMT+1 ultima modifica 2019-08-01T13:34:06+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?