Stronger Peripheries: a Southern Coalition. L'arboreto Teatro Dimora guarda all'Europa

La residenza di Mondaino nel partenariato che si è aggiudicato il bando di Europa Creativa

"A piccoli grandi passi, ci siamo messi di nuovo in cammino verso la scena artistica e performativa europea". L’arboreto – Teatro Dimora si è aggiudicato, in qualità di partner, un progetto europeo su larga scala di Europa Creativa, dal titolo Stronger Peripheries: a Southern Coalition

La comunicazione ufficiale è arrivata il 2 giugno, ma l'impegno per affrontare l’emergenza sanitaria, riaprire in sicurezza gli spazi dell’Arboreto e riprogrammare l’attività annuale del Teatro Dimora – Centro di Residenza Emilia-Romagna, non ha permesso ai vincitori di gioire subito e di comprendere il significato di questa nuova possibilità di lavoro per loro e per una rilevante comunità di artisti, operatori, studiosi e amministratori che da anni condivide i percorsi di residenza, studio, ricerca e creazione contemporanea.

La precedente esperienza di progetto per l’Europa del 2017 e 2018, A Manual on Work and Happiness, ha fatto riflettere sulle straordinarie connessioni fra l’identità culturale di un piccolo paese di provincia e la scena internazionale; la vitalità di un luogo di residenza che permette la mobilità degli “stranieri”, da uno stato d’arte ad uno Stato geografico, oltre i confini di appartenenza.

A Manual on Work and Happiness ha generato la nascita di una rete permanente di cooperazione europea, Southern Coalition, per attività di residenza, coproduzione, mobilità transnazionale, formazione del pubblico, pratiche artistiche partecipative, concentrate maggiormente su modelli alternativi che tengono conto delle realtà delle periferie, le “periferie che guardano il mondo”.

Il rinnovamento della collaborazione si è concretizzato ora nel nuovo progetto europeo Stronger peripheries: a Southern Coalition che riunisce 14 partner, rappresentativi di 10 Paesi: Portogallo, Spagna, Repubblica di Serbia, Grecia, Ungheria, Croazia, Romania, Slovenia, Italia e Francia.

Leader del progetto europeo è Artemrede, rete di teatri portoghese; i 14 partner sono: L’arboreto – Teatro Dimora, Mondaino/Italia; Pergine Spettacolo Aperto, Pergine/Italia; Teatro di Sardegna, Cagliari/Italia; Pogon, Zagabria/Croazia; Centrul Cultural Clujean, Cluj/Romania; Bunker, Ljubljana/Slovenia; Xarxa Transversal, Matarò/Spagna; ProProgressione, Budapest/Ungheria; ISCTE Istituto Universitario Lisboa, Lisbona/Portogallo; Università di Barcellona/Spagna; Università di Belgrado/Serbia; Occitane en Scene/Francia; PCAI, Piraeus/ Grecia).

Una realtà europea complessa e articolata che si occupa di diversi segmenti delle arti performative e dei processi di studio, ricerca e produzione di opere: luoghi e progetti di residenza, teatri, festival, centri di produzione, centri culturali e università.

Dal 2021 L’arboreto – Teatro Dimora continuerà a riflettere e agire sugli intrecci e le sfide che l’impegno europeo pone assieme ad una nuova platea internazionale di artisti, operatori e studiosi che per quattro anni s’incontreranno (anche) nel teatro nel bosco dell’Arboreto, a stretto contatto con la comunità creativa e la comunità di prossimità di Mondaino.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/03 15:25:00 GMT+2 ultima modifica 2020-07-03T15:27:44+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?