Who is documenting? Miriam Selima Fieno e Nicola Di Chio in residenza a Villa Manin

Domenica 2 ottobre prova aperta al pubblico

Con Who is documenting? prosegue la ricerca di Miriam Selima Fieno e Nicola Di Chio nella dimensione del teatro documentario.
Si tratta di un percorso di forte empatia, perché vuole dialogare con le nuove generazioni, entrare in risonanza con i loro linguaggi, la loro sensibilità e le loro esperienze, su un tema duro e fortunatamente lontano dall’esperienza quotidiana di molti di loro, la guerra.

Note sul progetto di Miriam Selima Fieno e Nicola Di Chio
Who is documenting?
 è un progetto di teatro documentario che cerca di parlare ai ragazzi, attraverso un dialogo che oscilla tra il teatro e il documento, dove la narrazione dal vivo, che parte da una lunga ricerca nelle storie vere dei protagonisti, si fonde alla narrazione audiovisiva.
In scena c’è Giorgia una ragazzina Italiana di 14 anni, che racconta la sua vita quotidiana di europea in un florido tempo di pace, nella quale giace tuttavia il dolore di una guerra familiare; e c’è Abdo un giovane rifugiato siriano che, attraverso un’amicizia inaspettata, avvicina Giorgia alla conoscenza di un’altra guerra: quella fatta di bombe, missili ed esplosioni sotto cui vivono da undici anni migliaia di suoi coetanei in Siria.
Un’infanzia felice, finita presto per via del divorzio dei genitori, per Giorgia, che trattiene il suo giovane passato in un archivio di filmati e fotografie; un’infanzia mai iniziata, per Abdo  che dalla finestra di casa sua ha cominciato a riprendere con il cellulare le brutalità di una guerra che gli ha tolto tutto.
Gli spettatori sono invitati a entrare delicatamente in un mondo privato e lacerante insieme ai protagonisti, che, manovrando diversi dispositivi elettronici e condividendo materiali personali, accettano di esporre una elaborazione viva e dal vivo della loro biografia e degli aspetti privilegiati e dolorosi che hanno segnato le loro storie fino ad oggi.
Lo spettacolo va alla ricerca di un equilibrio tra storia personale e storia epocale, in un intenso affresco emotivo dove la tecnologia dilata come una lente di ingrandimento il nostro presente e apre squarci su mondi non poi così distanti, mostra i volti della guerra, entra dentro le case e ne fa vedere i frammenti, i ricordi, i futuri possibili.

Miriam Selima Fieno e Nicola Di Chio
Miriam Selima Fieno e Nicola Di Chio sono due giovani attori, registi e autori che si stanno segnalando in Italia per l’originalità di una ricerca che impiega le forme del linguaggio documentario per realizzare progetti che fondono il teatro, al giornalismo narrativo, al cinema del reale.
Hanno vinto in questi anni alcuni importanti riconoscimenti come il Bando IntercettAzioni 2020 promosso dal Centro di Residenza Intercettazioni, la menzione speciale al Premio Scenario Infanzia, il Bando “Alte Marche Creative”, il Bando MOVIN’UP 2021 sostegno alla mobilità internazionale dei giovani artisti italiani, il Bando In-Box, il Bando Ora! Fondazione San Paolo, il Bando Funder35.
Sono stati artisti associati del Centro IAC (Inter Arts Center) di Malmö (Svezia),  nel progetto ICORN sostenuto da Stad Kulturförvaltningen.
I loro ultimi lavori “FUGA DALL’EGITTO” e “FROM SYRIA: IS THIS A CHILD?” saranno rappresentati all’estero.
Attualmente sono impegnati nel nuovo film del regista siriano Hazem Alhamwi.

Equipe in Residenza
Nicola di Chio, Miriam Selima Fieno, concept, registi e drammaturghi
Giorgia Possekel, Abdo Alnaseef Al Noemi
, performer
Maria Elena Fusacchia
, tutor

Residenza aperta al pubblico
2 ottobre 2022 ore 17
Udine, Teatro S.Giorgio
Ingresso libero. Prenotazione consigliata all'indirizzo email biglietteria@cssudine.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/09/28 14:55:00 GMT+1 ultima modifica 2022-09-28T14:55:17+01:00