Residenza artistica - Centro di residenza
TRAC Teatri di Residenza Artistica Contemporanea – Centro di residenza pugliese

Descrizione

TRAC Teatri di Residenza Artistica Contemporanea – Centro di residenza pugliese, nasce dal raggruppamento di 5 compagnie che dal 2008 hanno fatto dei teatri che “abitano”, dei poli teatrali inseriti nel dialogo nazionale delle residenze artistiche.
Le compagnie che costituiscono il Centro risalgono idealmente l’intera Puglia connettendone le periferie:

Bottega degli Apocrifi – Teatro comunale di Manfredonia (FG); Factory compagnia transadriatica – Teatro comunale di Novoli / Teatro comunale di Campi Salentina (LE); Principio Attivo Teatro – Teatro comunale di Melendugno / Manifatture Knos, centro culturale Lecce; Crest – Auditorium TatA’ di Taranto; La luna nel letto – Teatro comunale di Ruvo di Puglia / spazio ArtinScena di Castellana grotte

Vengono tutte da quella speciale pratica che in Puglia ha preso il nome di “Teatri Abitati” e che ha contribuito in maniera sostanziale al dibattito nazionale sulle Residenze: un progetto ambizioso che delineava una nuova modalità di gestione degli spazi pubblici dedicati allo spettacolo dal vivo in cui compagnie teatrali “senza tetto”, che possedevano requisiti specifici, potevano letteralmente “abitare” teatri non o poco utilizzati allo scopo di riprenderne le attività e riconnetterli con i territori attraverso la pratica artistica. Da allora un lungo lavoro è stato portato avanti spingendo queste compagnie a sviluppare alti profili professionali in ambito artistico, organizzativo, amministrativo, tecnico e nel campo della progettazione e ricerca fondi.

La strettissima relazione con i territori, con le dinamiche sociali, politiche ed economiche che li compongono, ha permesso di sviluppare adattabilità, flessibilità a grande capacità di lettura del reale: da questo continuo e osmotico scambio tra residenze e territori di riferimento sono nati progetti e prodotti artistici originali, innovativi, esperienze esemplari di buone pratiche riconosciute a livello nazionale.

Tutto questo, unito alla natura di compagnie di produzione e di giro, ha permesso di mettere a valore un surplus di conoscenze e di relazioni nazionali e internazionali portando anche nelle periferie di Puglia grandi artisti e compagnie da tutto il mondo.
La scelta del nome TRAC – scherzoso richiamo ai TRIC (Teatri di Rilevante Interesse Culturale) – porta in sé l’augurio che il Centro di Residenza sappia affermarsi come interlocutore di rilievo nella scena culturale regionale e nazionale, sviluppando al meglio le sue funzioni fino a diventare irrinunciabile per un territorio e complementare all’offerta culturale presente.

IL TRAC è un Centro teatrale diffuso nato dalla sinergia tra le periferie che si fonda su questo assunto di partenza: la pratica e la ricerca artistica sono strumenti che incidono sulla qualità della vita di un territorio, così come la specificità di un territorio e della comunità che lo abita incidono sulla qualità della pratica e della ricerca artistica.

Gli obiettivi che il Centro di Residenza si pone in questo primo biennio e in particolare nel primo anno di attività sono:

  • realizzare un progetto di consolidamento del sistema delle residenze artistiche, quali esperienze di 
rinnovamento dei processi creativi, della mobilità, del confronto artistico nazionale e internazionale, di 
incremento dell’accesso e di qualificazione della domanda;
  • attraversare la Puglia con un unico progetto culturale, operando un riequilibrio territoriale sempre più 
necessario;
  • generare occasioni privilegiate di formazione e visibilità per giovani artisti pugliesi;
  • offrire alle compagnie più giovani possibilità di sostegno (professionale prima che economico) che la nostra 
generazione teatrale non ha avuto, e di cui ha avvertito la mancanza;
  • attivare un dialogo permanente intergenerazionale tra gli artisti;
  • coinvolgere le comunità di riferimento, in particolare le nuove generazioni, nell’approccio ai mestieri dello 
spettacolo dal vivo;
  • mettere a disposizione degli artisti in residenza le coordinate spaziotemporali ottimali per la creazione;
  • fare dei poli del centro degli spazi generativi, che siano avvertiti come luoghi preziosi dalla comunità;
  • offrire agli artisti relazioni autentiche e confronto col pubblico nelle differenti fasi di creazione;
  • attivare la partecipazione anche di altri spazi, che diventino luoghi di gestazione artistica. È questo il caso 
del polo di Ruvo di Puglia che coinvolgerà anche lo spazio della Scuola di danza Artinscena di Castellana 
Grotte.
  • aprire uno spiraglio, unico in Italia, per il monitoraggio delle reazioni del giovanissimo pubblico durante il 
processo artistico di creazione di uno spettacolo per l’infanzia (Focus Nuove Generazioni).

L’anno 2023 ha visto 16 progetti di Residenza artistica. Tra questi 4 residenze trampolino, 7 progetti dedicati alle Nuove generazioni nel rispetto della riconosciuta eccellenza pugliese del teatro ragazzi, 10 residenze che hanno attraversato due poli del TRAC e 3 attraversamenti interregionali; 49 artisti in residenza e una compagine di 41 tutor che hanno seguito in presenza e da remoto – in base alle esigenze degli artisti – aspetti specifici del lavoro; 2 tutoraggi condivisi dai 5 poli (la Casa dello spettatore ha tutorato i vincitori del bando nuove generazioni e Theatron 2.0 ha tutorato le compagnie di innovazione meno strutturate); un totale di 271 giornate complessive di residenza negli spazi TRAC; 3 bandi in rete con organismi che si caratterizzano come eccellenze del panorama nazionale italiano; 1 bando dedicato agli artisti pugliesi, 9 percorsi di avvicinamento (laboratori, spazi reali e virtuali di confronto) miranti all’attivazione di Comunità; 3 spettacoli programmati, 2 dei quali all’interno di 1 FOCUS dedicato sulla produzione residente.

 

Dove siamo

News

TRAC – Residenze 2024: Il rimorso del diavolo – Riccardo Lanzarone
 News

Progetto incentrato sulla storia di Leonardo Vitale: un viaggio dentro la mente del primo e ultimo “pentito di mafia”, dai suoi primi passi nel modo mafioso al calvario del manicomio e delle torture fino al giorno in cui riacquista la libertà e viene ucciso da cosa nostra per aver violato le leggi dell’omertà. Il 29 […]

Pubblicato il 7 Maggio 2024, da TRAC
 News

I PROGETTI VINCITORI DEL BANDO PER L’INDIVIDUAZIONE DI 3 RESIDENZE ARTISTICHE DEDICATE AL TEATRO PER LE NUOVE GENERAZIONI NELLA FASCIA COMPRESA TRA 0 E 10 ANNI TRAC – Centro di residenza teatrale diffuso, nato dalla sinergia tra le periferie della Regione Puglia -, Assitej Italia – presidio nazionale della più grande rete mondiale di teatro ragazzi […]

Pubblicato il 30 Aprile 2024, da TRAC
Bando nuove generazioni 2024
 News

In palio 3 residenze nei poli del TRAC. Scadenza presentazione domande: 30 marzo 2024

Pubblicato il 1 Marzo 2024, da TRAC
 News

Si conferma anche per il 2023 la vocazione del TRAC – Centro di Residenza della Regione Puglia di sostenere la creatività emergente connettendo le pratiche e le realtà artistiche alle comunità locali, attraverso un percorso di accoglienza di compagnie/artisti in residenza in 5 teatri pubblici più 4 spazi/studio in 8 città dislocate su tutto il […]

Pubblicato il 1 Gennaio 2024, da TRAC

Bandi

Bando nuove generazioni 2024 – TRAC

Bando per l’individuazione di 3 residenze artistiche dedicate al teatro per le nuove generazioni nella fascia compresa tra 0 e 10 anni

Pubblicato il 20/02/2024 15:22
Scadenza termini partecipazione 30/03/2024 00:00
CHIUSO